• 0banner global.jpg
  • Banner 4master.JPG
  • Banner 5seminari.jpg
  • banner erasmus 2015.jpg
  • banner true 2.jpg

 Progetto   

Lo sviluppo del settore turistico europeo tramite il progetto IdEATE  

Il progetto IdEATE – Improved Employability and Apprenticeship in the Tourism Sector, di cui la Camera di Commercio Belgo-Italiana è stata tra i maggiori partner, si è ufficialmente concluso il 30 aprile 2018, dopo 18 mesi di attività e importanti iniziative a supporto dell’occupazione nel settore del turismo. 

Il progetto finanziato dall’UE è stato realizzato da un consorzio internazionale di 10 partner includendo attività in vari Paesi europei, quali: Italia, Belgio, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Polonia, Spagna e Finlandia. 

L’iniziativa, denonimata European Tourism Careers, ha come obiettivo principale quello di creare un network specializzato al fine di migliorare l'occupazione nel settore turistico in Europa, promuovendo sia le carriere di lunga durata che le strategie innovative nel turismo.  

Il settore turistico non riesce infatti ad attrarre i profili professionali con le competenze più richieste (conoscenze digitali, lingue, approccio interculturale) a causa di condizioni lavorative e salariali inadeguate; il progetto IdEATE ha pertanto lo scopo di migliorare l’immagine delle carriere nell'ambito turistico. Anche il Presidente della CCBI Fabio Morvilli ha enfatizzato le maggiori difficoltà collegate allo sviluppo del settore: “Il turismo è estremamente importante per l’Italia, e forse non è ancora ben considerato in tutta la sua pienezza. Bisognerebbe uniformare le differenti politiche sia a livello regionale che a livello provinciale, così da creare più opportunità lavorative soprattutto per i giovani”. Secondo questa prospettiva, le priorità sarebbero quelle di assicurare ai jobseekers una formazione di miglior qualità e di ridurre la distanza tra le competenze lavorative offerte dagli istituti formativi e la domanda di mercato del settore turistico. Ciò potrebbe realmente aiutare i jobseekers, in particolare i giovani, ad avvicinarsi progressivamente alle carriere turistiche.

Grazie all'esperienza nel precedente progetto TATRA nel 2014-2015, la CCBI ha dato il proprio contributo a questo progetto mediante la realizzazione di vari eventi di disseminazione. Ad aprile 2018, il Parlamento europeo ha ospitato la conferenza “New Skills Agenda: Career Development in Tourism” organizzata dalla CCBI in collaborazione con gli eurodeputati On. Istvan Ujhelyi, Vicepresidente dell’EU Tourism Task Force, e On. Isabella De Monte, membro della Commissione Trasporti e Turismo. “Digitalization in Tourism Sector: New Skills and New Professions” è stato invece il tema centrale della conferenza tenutasi lo scorso novembre 2017. In quest’occasione, gli stakeholders del settore turistico hanno discusso su come le nuove tecnologie digitali stiano cambiando le strategie lavorative nel turismo e su quali competenze professionali stiano emergendo nel mercato del lavoro.

Inoltre, nel marzo 2018, il Ministro del Turismo della Regione Vallonia René Collin è stato l’ospite d’onore della conferenza “Le Tourisme durable, poumon pour l’économie wallonne et tremplin pour l’emploi des jeunes”. Ad introdurre l’evento è stato lo stesso Presidente della CCBI Fabio Morvilli, il quale ha coinvolto anche Elena Basile, Ambasciatrice italiana nel Regno del Belgio, e Iuliana Gabriela Aluas, Vicedirettore dell’Unità Turismo della Commissione europea. Infine l'’iniziativa European Tourism Careers è stata presentata attraverso un Roadshow tenutosi in 10 Paesi europei, e la Camera di Commercio Belgo-Italiana ha lavorato attivamente non solo in Belgio ma anche in Polonia, grazie alla partecipazione ad “Absolvent Talent Days”, la più grande job fair per studenti e giovani laureati tenutasi a Varsavia e Cracovia. I partecipanti del Roadshow hanno potuto scoprire le opportunità offerte dall’Ue per quanto riguarda la mobilità lavorativa e ottenere maggiori informazioni sui corsi e-learning del progetto.

Infatti, per far fronte a nuove richieste del mercato e ad una competitività sempre più elevata, European Tourism Careers punta a potenziare le competenze e le capacità dei giovani e delle piccole e medie imprese (PMI) operanti nel settore del turismo. Attraverso l’organizzazione di focus groups su jobseekers e PMI, la CCBI ha analizzato i loro bisogni formativi e ha contribuito all’ideazione di corsi e-learning per migliorare la formazione del capitale umano nel settore turistico e per rafforzare le competenze trasversali più richieste.

Un'altro elemento fondamentale del progetto è stata la realizzazione di 6 video contenenti testimonianze dirette di carriere di successo nel settore turistico, e 2 video sui finanziamenti e le opportunità offerte dall'Ue per favorire la mobilità professionale e l'incontro tra domanda e offerta di lavoro. In particolare la CCBI ha dato il proprio contributo a questi video, grazie alla propria esperienza in comunicazione e promozione e alla conoscenza delle iniziative europee. Le attività del progetto non si fermano qui: Federturismo, già capofila del progetto IdEATE, continuerà a lavorare con le imprese e gli enti formativi europei per lo sviluppo delle competenze e dei curricula professionali nel turismo grazie al progetto "Next Tourism Generation Alliance". 

Per maggiori informazioni consultare il sito www.tourismcareers.eu.